Credo siamo in un passaggio stretto della storia, un momento dove però non possiamo chinarci, anche se secondo molti è ciò che dovremmo fare.

3 elementi chiave per descrivere ciò in cui credo:

essere ludicamente impegnati,

credere in una società conviviale,

mettere insieme i diritti sociali con i diritti di terza generazione (che non sono solo le libertà!)

vuol dire credere che rivoluzionare lo stato di cose sia possibile e non fermarsi di fronte alle difficoltà.

vuol dire scegliere la via della critica

vuol dire stringersi e camminare abbracciati con ‘fratelli e sorelle’, ‘compagni’ con cui dividere il pane non solo per modo di dire.

E ogni strumento per creare ed ampliare questa comunità è buono. Ed ecco il perché di un blog: un megafono di pensieri e riflessioni, un moderno speaker corner.

Assolutamente partigiano, ma soprattutto incazzato, no global, antifascista, antimachista e sostanzialmente femminista, assolutamente intollerante alle sette (di qualunque genere).

 

se invece vuoi sapere del mio lavoro puoi visitare il mio sito

Annunci

Follow me on Twitter

Archivi