No ai “tonfa” alla municipale!

IlImage Comune di Ferrara ha deciso di dare i “tonfa” alla polizia municipale. Visto che per noi la polizia municipale non deve svolgere ruoli di polizia di sicurezza, ma ha ben altri e importanti compiti, non riteniamo debbano essere armati con strumenti potenzialmente “offensivi”.
Qui sotto il comunicato stampa che abbiamo appena inviato.

******

Leggiamo sulla stampa odierna che la Giunta del Comune di Ferrara avrebbe approvato il nuovo Regolamento sugli strumenti di autodifesa del Corpo di Polizia Municipale.

Se non ci sorprende leggere l’introduzione di bastoni distanziatori e di spray al peperoncino, facciamo un sobbalzo leggendo che nella nuova dotazione ci sarebbero anche i “tonfa”, particolari manganelli con impugnatura perpendicolare al corpo. Non c’è bisogno di correre con la memoria a Genova 2001 e alla Diaz per sapere che i tonfa non sono – solo – strumenti di difesa, ma sono pericolosi strumenti atti ad offendere.
Non è un caso che al contrario di quanto riportato non siano minimamente in dotazione presso “tutte” le polizie del mondo.
E non è un caso che due anni fa un pm della Corte dei Conti aprì un’inchiesta sulla scelta di Trieste di comprarne per il corpo di polizia locale, e questo sulla base di una circolare dell’Ufficio armi ed esplosivi del Viminale che così recitava: «Il tonfa è un’arma propria in relazione all’attitudine a recare offesa alla persona. Di tale arma la legge stabilisce il divieto di porto, per il quale non sono previste deroghe se non per i Corpi armati dello Stato e per la polizia»; aggiungendo: «Si deve escludere che il “tonfa” possa essere dato in dotazione alla polizia locale».
 
Sia ben chiaro, riteniamo che il Corpo di Polizia Municipale, come peraltro scrive la stessa Regione Emilia-Romagna sul suo sito in relazione alle polizie locali, sia “il principale regolatore della vita di tutti i giorni nello spazio pubblico”.
Detto questo riteniamo non sia e non debba diventare una forza di polizia di sicurezza e non sia equiparabile alle forze dell’ordine, i cui appartenenti hanno anche un percorso formativo e procedure di selezione diverse rispetto a quelli che spettano ai dipendenti comunali adibiti al Corpo di Polizia Municipale.
Pensiamo che costoro debbano essere tutelati e ben vengano strumenti di difesa – e la necessaria formazione all’utilizzo di questi – che permettano loro di poter eseguire il loro lavoro in condizioni di sicurezza.
Diverso è dotarli di strumenti potenzialmente offensivi come i tonfa o – come auspicano alcuni sindacati – il teaser, arma messa sotto accusa anche da Amnesty International dopo la morte di alcuni soggetti contro cui era stata utilizzata.
Per queste ragioni, se la lettera del Regolamento sarà in linea con quanto anticipato sulla stampa, daremo battaglia in Consiglio Comunale ed in ogni sede.
Elisa Corridoni, segretaria circolo Prc “Rosa Luxemburg” Ferrara
Irene Bregola, consigliera comunale Prc-Pdci nel Comune di Ferrara
Annunci

0 Responses to “No ai “tonfa” alla municipale!”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Follow me on Twitter

Archivi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: