Batti-Quorum

E’ arrivata la notizia tanto attesa: Maroni non dà l’election day.

Nulla di inaspettato, per carità. Fra l’altro il quorum ai referendum ha pure una sua ratio. O meglio ce l’ha in teoria, visto che avrebbe senso in un Paese ideale in cui alle elezioni – di norma – andasse a votare il 100% degli aventi diritto. Nella realtà, invece, un quorum richiesto del 50% non è tanto una garanzia di “interesse” del corpo elettorale ad esprimersi su una materia piuttosto che su un’altra, quanto piuttosto un grande strumento per far fallire – praticamente sempre – queste espressioni di democrazia diretta.

In una domenica non meglio specificata (presumibilmente il 12 giugno) le elettrici e gli elettori italiani saranno chiamati ad esprimersi su acqua pubblica (2 quesiti), nucleare e legittimo impedimento. Un totale di 4 quesiti referendari che toccano temi rilevanti come beni comuni, ambiente, sviluppo energetico, democrazia e legalità.

Insomma, sono quesiti importanti. Qualora il quorum fosse raggiunto e qualora vincessero i sì sarebbe un inevitabile stop alle politiche del governo Berlusconi, alla gestione liberista dei beni comuni, ai regali alle lobbies (quanto successo sullo spot pro nucleare la dice lunga!) ed alla impunità di taluni solo perché ricoprono certi incarichi.

Facciamo battere il quorum per il cambiamento.

Annunci

0 Responses to “Batti-Quorum”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Follow me on Twitter

Archivi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: